Canapa: Breeding e il rilascio di nuove varietà

Negli anni ’50 e ’60 in Italia è stata svolta una intensa attività di miglioramento genetico della canapa, finalizzata all’incremento del contenuto in fibra nello stelo. Il lavoro ha interessato la selezione di vecchie popolazioni dioiche di origine italiana e tedesca.
Attualmente, nel Registro varietale europeo sono iscritte 20 varietà. Attualmente, l’ISCI svolge attività di miglioramento genetico volto alla riduzione dei livelli di THC nelle varietà Carmagnola, C.S. e Fibranova, ed alla costituzione di nuove varietà ad alta resa in fibra, basso contenuto di THC e diversa durata del ciclo biologico.

Carmagnola
Si tratta di una vecchia popolazione italiana, largamente coltivata in passato nelle aree canapicole del nord Italia. E’ caratterizzata da elevata rusticità, da buona capacità produttiva e, soprattutto da elevata qualità della fibra. Inoltre, è anche dotata di buona resitenza all’orobanche e alla scavezzatura.

C.S. (Carmagnola Selezionata).
E’ stata ottenuta in Emilia, per selezione della Carmagnola originaria. Rispetto a quest’ultima di solito presenta maggiore vigore e maggiore resa.

Fibranova
È stata ottenuta in Emilia, selezione di materiale di origine tedesca. Rispetto alle varietà precedenti si differenzia per l’elevata capacità produttiva e per la maggiore percentuale in fibra dello stelo.

Fibritalia
Cultivar dioica di nuova costituzione, dotata di buon adattamento ambientale, notevole vigore vegetativo, resistenza alla prefioritura, basso livello di THC e buona resa in fibra. Quest’ultima è idonea sia per impieghi tessili che per altri usi (compositi, cellulosa, geotessili, ecc.). Il ciclo di maturazione è medio-tardivo.

Fibrimor
Varietà dioica di nuova costituzione. Presenta elevato adattamento ambientale, buon vigore vegetativo, bassissimo contenuto di THC, ciclo tardivo e buone performence produttive in biomassaed in fibra. Idonea per svariate destinazioni d’uso.

Red Petiole
Cultivar dioica, con discrete capacità produttive, adatta alla produzione di fibra di qualità per uso tessile. Presenta picciolo fogliare colorato (violaceo) associato a bassissimo contenuto di THC.

da: Istituto Sperimentale per le Colture Industriali Ministero delle Politiche Agricole e Forestali

fonte: www.isci.it

Comments are closed.